In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 5
Ieri: 12
Totale: 1254
Ultimi: dhell

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 14
Totale: 14
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
dhell 15/10/2018
Ray76it 30/9/2018
massiccio 15/9/2018
Sa.sa. 2/9/2018
fra_umakiwe 2/9/2018
mondi 1/9/2018
MarcelinoB 29/8/2018
HenryNunle 21/8/2018
Skarvench 14/8/2018
Massi79 14/8/2018

Indice principale : Librogame E.L. - Singoli Libri : Partita a Quattro : 

Categoria: Librogame E.L. - Singoli Libri Partita a Quattro
Titolo: 02 - Keldrilh il Menestrello  Piu' letteValutazione: 5.50  Letture:1331
Descrizione   Gildas Sagot
Descrizione   Se hai scelto questo libro significa che hai deciso di entrare nel personaggio di Keldrilh, uno gnomo allegro e sbrigativo che conosce moltissimi Trucchi Soprannaturali. La tua missione consiste nel ritrovare l'arpa di Timhrandil, che un tempo apparteneva al popolo degli Gnomi, i quali furono cacciati dal mondo di Dorgan ad opera delle forze del Male.
Valutazione media: (1) (10)
Data pubblicazione 29/6/2007
Inviata da: EGO il 17/6/2007
Valutazione generale: Valutazioni di categoria: 4 4
Descrizione
     Keldrilh il Menestrello è solo marginalmente migliore di Caithness l’Elementalista. L’elemento chiave è il protagonista, che per lo meno cerca di assomigliare a un personaggio concreto invece di essere un paio d’occhi vaganti per il mondo. Ma non è che comunque ci sia motivo di particolari entusiasmi. Lo gnomo Keldrilh è semplicemente una brutta copia di uno hobbit, che se ne va in giro per Dorgan a tracannare ettolitri di birra e a ingurgitare tavolate intere di cibo, dilettandosi con musica e canzoni nelle pause tra un’abbuffata e l’altra. E’ scaltro e irritabile, e quindi si capisce subito anche che scelte fare nel suo Libro del Potere. E ha una collezione particolarmente ricca di esclamazioni come “Per mille barili di birra!”, e in generale ogni paragrafo straborda di punti esclamativi che riflettono la brusca schiettezza del protagonista degli eventi. Purtroppo la vena bucolica di Sagot non risparmia nemmeno questo libro, che si mantiene sui giusti livelli di noia, ma non si toccano gli abissi del volume precedente.

A essere onesti, Keldrilh potrebbe anche riuscire, da solo, a vedere il finale “buono” della sua ricerca. Basta che avvengano tre o quattro miracoli in altrettanti lanci di dado successivi, e si può fare, specie se si è riusciti a trovare qualche utile pezzo di equipaggiamento che, a differenza che per Caithness, ha qualche influenza sulle capacità del menestrello. Sprazzi di quello che avrebbe potuto essere e che non è; per il resto, come è tipico della serie, qualunque cosa si decida di fare non modifica per nulla lo svolgersi dell’avventura.

Inviata da: Gurgaz il 17/3/2008
Valutazione generale: Valutazioni di categoria: 7 7
Descrizione
     Titolo originale: Keldrilh le Ménestrel
Autore: Gildas Sagot
Anno: 1988
Illustrazioni: Philippe Mignon
Traduzione italiana: Eleonora Baron (1991)

Gli gnomi non furono cacciati ad opera delle forze del Male. Chi ha giocato con Caithness sa benissimo che gli gnomi vivono a Dorgan nascosti dagli sguardi indiscreti, protetti dalla loro magia ed impegnati in pantagruelici banchetti. Keldrilh il Menestrello appartiene ad un altro clan, migrato oltre il deserto del Calderone dopo la vittoria nella battaglia di Seleite; egli ritrona per recuperare l’arpa di Timhrandil, antico cantore e condottiero degli gnomi. La ricerca gli permetterà di scoprire le origini del suo popolo, di incontrare i dispersi fratelli e, perché no, di salvare Dorgan dal complotto del Cuore d’Odio.

In questo volume la storia di Dorgan si delinea con maggiore chiarezza e profondità rispetto a Caithness l’Elementalista. Ci sono numerose occasioni per incontrare personaggi importanti, per documentarsi sulle epoche remote e per farsi anche qualche composta risata. Keldrilh è un po’ stereotipato come personaggio, irascibile e sboccato, ma tutto sommato riesce simpatico per come prende alla leggera le situazioni rischiose.

Visto che sono disponibili un cavaliere, un mago e un’elementalista, di certo non è facile intuire che il personaggio più versatile e potente sia lo gnomo menestrello. Invece il piccolo Keldrilh vanta caratteristiche globalmente equilibrate: ha un’ottima Iniziativa, una Combattività accettabile ed un’Aura di tutto rispetto. È un po’ scarso nelle arti magiche, ma a differenza di Caithness egli troverà sulla sua strada un notevole bonus che lo renderà in grado di lanciare senza problemi i suoi Trucchi Soprannaturali, che al massimo sono di livello 5.

Quel che è incredibile è l'efficacia degli incantesimi. Già Sarabanda può ridurre all’impotenza gran parte degli avversari, ma se è preceduto da Uno gnomo da sé val per tre direi che non c’è storia, visto che la magia viene lanciata con Iniziativa 30. Il problema è che Keldrilh deve sopravvivere abbastanza a lungo da guadagnare il Potere necessario a formulare questi Trucchi Soprannaturali. La sfida per il giocatore sta tutta lì e non è nulla di impossibile.

Una menzione particolare per le ottime tavole di Philippe Mignon, assai più dettagliate e curate di quelle del collega Pilorget. Si potrebbe porre qualche critica ai soggetti, ma non certo all’esecuzione. Sotto molti aspetti Keldrilh il Menestrello convince più del librogame di Caithness e si distingue per una migliore resa del mondo e del personaggio.

Ambientazione: 7
Stile di scrittura: 6
Bilanciamento: 7
Interattività: 7
Aspetto grafico: 9

Voto complessivo: 7
Difficoltà: media

Informa un amico | Segnala link interrotto

Pubblicità Recensioni
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved