In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 9
Ieri: 13
Totale: 1231
Ultimi: Grillo

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 29
Totale: 29
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Grillo 2/4/2018
Alteo 25/3/2018
Lamanor 23/3/2018
Vihix 2/3/2018
MelvaLague 26/2/2018
Emilioq84 22/2/2018
eagle_of_the_sun 15/2/2018
LethaMerch 15/2/2018
abobi 11/2/2018

Drago_della_Notte
10/2/2018

Indice principale : Librogame E.L. - Singoli Libri : Lupo Solitario : 

Categoria: Librogame E.L. - Singoli Libri Lupo Solitario
Titolo: 23 - L' Eroe di Mydnight  Piu' letteValutazione: 9.00  Letture:1338
Descrizione   Joe Dever
Descrizione   Il sovrano del regno di Siyen, il più importante alleato di Sommerlund nel Magnamund Meridionale, è stato brutalmente assassinato, e il principe Karvas, legittimo erede al trono, vive in esilio da molti anni. In sua assenza, il perfido Barone Sadanzo pretende la corona di Siyen. Ma dietro il malvagio potere di Sadanzo si nasconde Naar, il Re delle Tenebre. Lupo Solitario ha promesso a Siyen l'aiuto dei suoi Ramas e sarai proprio tu, Grande Maestro, a portare a termine la delicata missione: dovrai recarti a Mydnight per rintracciare il principe Karvas e riportarlo in patria in tempo per l'incoronazione.
Valutazione media: (1) (10)
Data pubblicazione 12/11/2007
Inviata da: EGO il 21/2/2009
Valutazione generale: Valutazioni di categoria: 9 9
Descrizione
     Il re di Siyen, grande e potente paese alleato di Sommerlund, è morto. Il legittimo erede al trono è il Principe Karvas, ma questi è in esilio da dieci anni a Mydnight, sull’isola di Sheasu, ed è all’oscuro degli avvenimenti. Purtroppo al suo posto l’aspirante successore alla Corona è il Barone Sadanzo, malvagio nobile che Lupo Solitario sospetta essere seguace di Naar, e il Principe ha a disposizione solo cinquanta giorni per giungere a Seroa a reclamare il trono. Dopo la missione della Pietra di Luna, il nostro Grande Maestro è il Ramas più vicino a Sheasu, ed è quindi suo il compito di trovare Karvas e scortarlo di nuovo nel paese dove è nato.

Joe Dever ha dichiarato che questo è il suo libro preferito tra quelli che ha scritto, e in barba ai tanti commenti maligni, si riesce a capire il perché di questo giudizio. Il racconto è veramente eccezionale, uno dei più prolissi in assoluto dell’intera collana ma non sovrabbondante, caratterizzato da un afflato narrativo inconsueto anche per Dever, che si sofferma a lungo e in modo toccante e intenso sulla storia e le vicende del coprotagonista e dei luoghi con lui attraversati. Il Principe Karvas è un compagno di viaggio diverso da tutti gli altri, non la solita palla al piede destinata a lasciarci le penne prima della fine della storia, bensì un alleato intelligente e coraggioso che non si limita a fare da spalla al Grande Maestro, ma prende spesso l’iniziativa ed è di aiuto in battaglie e altre situazioni. La sua presenza dà un tocco un più al classico lungo viaggio che tanto piace raccontare a Dever, trasformando completamente il consueto feeling delle avventure di Lupo Solitario.

Eccellente è anche l’aspetto del gioco, forse un po’ facilotto grazie anche alla possibilità di evitare quasi tutti i pochi combattimenti presenti, ma per il resto curatissimo e avvincente, senza momenti di fiacca. C’è sempre qualche modifica da apportare al Registro, qualche numero da estrarre, qualche scelta da compiere; i bivi inducono cambiamenti sostanziali nello svolgersi degli eventi, e il culmine si ha alla conclusione dell’avventura, quando addirittura si può arrivare al 350 da due finali nettamente diversi per carattere e dinamiche. E’ stato perfino recuperato un aspetto da “vero” librogame, la presenza di Oggetti Speciali il cui possesso può ribaltare radicalmente l’esito di alcune situazioni, rivelandosi mortale o risolutivo a seconda dei casi. Davvero perfetto è ancora lo sfruttamento della Tabella del Destino, mentre per le Arti si poteva fare qualcosa in più, specialmente considerando che l’Alchimia Ramas è la scelta decisiva in quasi tutte le situazioni.

Pur non essendo, nella formula di base, molto diverso dalle altre avventure di Grande Maestro, L’eroe di Mydnight è un librogame che si distingue perché questa volta le velleità letterarie di Joe Dever non sembrano sprecate né troppo ambiziose, riuscendo l’autore a far convivere tutti gli aspetti dell’opera in un autentico romanzo-game, che potrebbe benissimo essere considerato un episodio a sé stante, senza grandi vincoli con il resto della saga a cui appartiene. Per questa sua unicità, L’eroe di Mydnight spicca all’interno del ciclo del Nuovo Ordine e rappresenta forse il punto più alto raggiunto dalla più recente impostazione di Lupo Solitario, rendendo ragione del giudizio datogli dall’autore.



ERRATA CORRIGE
- Nella sezione dedicata al perfezionamento delle Arti, la Guerra è chiamata “Arte delle Armi”.
9: il rimando al 166 è errato (il paragrafo giusto è il 116).
124: ancora un “compasso” al posto della bussola!
267: il cavallo Wildwind era stato chiamato Vento Selvaggio in Lupo Solitario 18.
323: “Il proiettile deve avere colpito il pino e incendiato” è una frase veramente brutta.

Informa un amico | Segnala link interrotto

Pubblicità Recensioni
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved