In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 18
Ieri: 29
Totale: 1283
Ultimi: Zonzo

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 22
Totale: 22
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Zonzo 29/8/2019
Mastrococa 15/7/2019
Teo 23/6/2019
Bobs 20/6/2019
vega 5/6/2019
Frencky 26/5/2019
LS2000 16/4/2019
AndrewRevolverFox 29/3/2019
ghostdog 29/3/2019
gimli95 26/3/2019
Segnala messaggio:
 

Re: Che cosa state leggendo?

Oggetto: Re: Che cosa state leggendo?
inviato da =Dr.Scherzo= il 24/4/2010 0:01:25

Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Citazione:

MetalDave ha scritto:
Sottolineao comunque che non sono obbiettivo, detesto le scrittrici, e questa poi ha solo 19 anni...


Negli ultimi 5 anni ho letto 5 libri di autrici femminili e me ne sono piaciuti solo 2, comunque non da fare i salti di gioia. Al di là del mancato apprezzamento verso le scrittrici, che di fatto coinvolge anche me, penso che io, a 19 anni, ero buono di scrivere solo cavolate senza spessore stilistico o una vera prospettiva morale.

A 19 anni la gente non può essere in grado di scrivere qualcosa di rivoluzionario, al massimo se è nato con una sensibilità particolare potrà scrivere meglio di altri. La scrittura non è un'arte fatta di talento, come la musica, gli sport e tante altre cose. E' fatta di conoscenza, teorica e pratica, di ricerca dello stile, di riflessione e di tante ore di lavoro. Dubito che a 19 anni si possa avere sviluppato tutto quanto e poter pubblicare, forse solo perché si ha la fortuna di avere i canali giusti, non è il massimo. E' un lasciapassare per il dimenticatoio.

A 19 anni hai tanto tempo per scrivere, quello sicuramente. Poi non ti basta mai quel poco che riesci a ritagliare.


Sono dello stesso avviso. Devo ammettere che i Paolini della vita - Eragon, ecc - un po' mi fanno innervosire: senza vero talento, senza una scintilla d'originalità artistica, ma con amicizie importanti (se non proprio parenti).

Esiste poi lo scrittore cinquantenne che si mette a scrivere come un sedicenne (ogni riferimento a Moccia è puramente casuale).

Personalmente posso dire d'aver fatto un balzo in avanti tra i venti ed i venticinque anni: rileggendo i vecchi appunti e le vecchie idee, mi rendo conto che c'è un abisso tra quel che esprimevo appena uscito dal liceo e quel che proponevo attorno al 2005 (sono del 1980).
Lo stile "da venticinquenne" non è molto distante da quello che uso attualmente, per inciso.
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved