In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 19
Ieri: 29
Totale: 1283
Ultimi: Zonzo

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 18
Totale: 18
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Zonzo 29/8/2019
Mastrococa 15/7/2019
Teo 23/6/2019
Bobs 20/6/2019
vega 5/6/2019
Frencky 26/5/2019
LS2000 16/4/2019
AndrewRevolverFox 29/3/2019
ghostdog 29/3/2019
gimli95 26/3/2019
Segnala messaggio:
 

Re: Che cosa state leggendo?

Oggetto: Re: Che cosa state leggendo?
inviato da EGO il 26/4/2010 13:51:04

Citazione:

Gurgaz ha scritto:

A 19 anni la gente non può essere in grado di scrivere qualcosa di rivoluzionario, al massimo se è nato con una sensibilità particolare potrà scrivere meglio di altri. La scrittura non è un'arte fatta di talento, come la musica, gli sport e tante altre cose. E' fatta di conoscenza, teorica e pratica, di ricerca dello stile, di riflessione e di tante ore di lavoro. Dubito che a 19 anni si possa avere sviluppato tutto quanto e poter pubblicare, forse solo perché si ha la fortuna di avere i canali giusti, non è il massimo. E' un lasciapassare per il dimenticatoio.

A 19 anni hai tanto tempo per scrivere, quello sicuramente. Poi non ti basta mai quel poco che riesci a ritagliare.

Più che altro, a 19 anni (ma anche prima) hai delle idee ferree su tutto, pensi di saperne abbastanza di quello che c'è da sapere e, se sei appassionato di libri o film, hai la mente che rutila di storie che pensi siano fighissime, e invece sono solo la tua versione di quello che hai già letto o visto. L'idea che per scrivere qualcosa che non sia completamente campato per aria tu ti debba documentare per settimane, mesi o anni non ti passa nemmeno per la testa; leggere tutta la letteratura di genere, o almeno tutta quella migliore del genere, ti sembra uno spreco inutile perché pensi di aver già afferrato tutto e che l'idea che hai tu è assolutamente impossibile che l'abbia già avuta qualcun altro.

Ora non dico che per scrivere un libro si debba passare un decennio a leggere una quantità "adeguata" di libri altrui per ispirarsi e capire: di libri ce n'è sempre di più e molti derivano appunto da quanto ho scritto qui sopra, perciò il rischio è di passare anni a leggere schifezze osannate dalla critica prezzolata e imitare i modelli sbagliati. Se si facesse così, nessuno prima dei 30 anni sarebbe in grado di scrivere qualcosa di buono, e credo che qualcuno più giovane che scrive bene ci sia. Ma tanto per essere pubblicati basta avere un pubblico, e quello non è un problema perché te lo trova l'editore; anzi, è l'editore a sapere già a quale pubblico rivolgersi e a vagliare le proposte degli autori in base a ciò che intende vendere. Secondo me non c'è neanche tanto bisogno di raccomandazione, basta che il tuo lavoro capiti in mano a un editor che sta cercando proprio roba del genere ed è fatta.

Ma poi è vera quella storia che viene pubblicato solo il 10% di tutti gli scritti proposti alle case editrici? A me sembra impossibile pensare che le migliaia di libri pubblicati ogni anno siano solo la decima parte di quanto viene scritto
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved