In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 2
Ieri: 6
Totale: 1330
Ultimi: Cucciola78

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 32
Totale: 32
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1734
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1262
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Cucciola78 12/11/2021
Alexthelord 20/5/2021
il_regno_di_Ozz 27/4/2021
riki25 11/4/2021
RangerDelSommerund 5/4/2021
Mirsea 28/3/2021
Marco 27/1/2021
Rinaldo 8/12/2020
giuseppe95 24/11/2020
Spymode 23/11/2020
Segnala messaggio:
 

Re: Recensioni dei libri

Oggetto: Re: Recensioni dei libri
inviato da Gurgaz il 5/1/2008 10:27:26

LOLITA ---- di Vladimir Nabokov

Non sono sicuro di cosa devo dire di questo libro, che mi ha preso moltissimo e che ho divorato in poche serate. Prosa brillante, a tratti semplice ed incisiva, a tratti ampollosa e ricercata, Lolita si lascia leggere ed alterna momenti di "stream of consciousness" quasi joyceani a narrazione piana ed attenta ai particolari. Certe descrizioni figurate possiedono un incredibile fascino, incitando il lettore a far lavorare la sua fantasia e la sua sensibilità.

E' un testo imbarazzante, che all'epoca della pubblicazione (1955) fu al centro delle solite polemiche dei benpensanti, perché tratta un tema scabroso ora come allora: la pedofilia. Nabokov doveva possedere una sensibilità ed un'immaginazione fuori del comune per dipingere un personaggio affetto dalla morbosa passione per le "ninfette", particolari ragazzine tra i 9 e i 14 anni, dotate di un fascino preadolescenziale che nel libro non è chiarito per filo e per segno, ma alla fine si capisce. Lolita racconta, sotto forma di diario/verbale di processo, la storia di Humbert Humbert, in sostanza un pedofilo, che ha sviluppato questa tendenza in seguito ad un amore stroncato da ragazzo. Lo seguiamo nelle sue licenziose considerazioni sulle ragazzine, mentre si insinua nella casa di una vedova, madre di una bambina che lo ha stregato, Lolita appunto. Per soddisfare la sua terribile passione (della cui ignominiosità è ben consapevole) Humbert compie ogni sorta di raggiri ed intrighi, finendo per girovagare 2 anni assieme alla sua adorata bambina, che è allo stesso tempo figlia e amante. Bambina cresciuta precocemente, traumatizzata in vari modi, ma assai pronta di spirito, Lolita vive accanto a questo patrigno snaturato fino a che non decide di fuggire, per rifarsi una vita.

Non voglio svelarvi nulla di più. Sappiate che è un libro che tocca profondamente; nel mio caso mi ha fatto vergognare. Questo perché davanti alle obbrobriose pulsioni di Humbert ero disgustato, ma tutto sommato curioso di vedere cosa avrebbe combinato. sarà perché Nabokov ci presenta la vicenda con gli occhi del pedofilo, tanto che certi eventi violenti non appaiono come tali, mentre le fantasticherie della mente di Humbert sembrano reali al lettore. La critica dell'epoca ha stroncato Lolita perché l'autore non dà un giudizio morale su questi fatti, anzi, dal libro non traspare se non in alcune considerazioni personali del protagonista. Io dico che Nabokov è stato geniale per come ha intessuto questo romanzo, facendoci entrare nella mente di un pederasta, tracciando il solco dei suoi pensieri con un realismo e un gioco degli inganni impressionante. Oggi non si parla più molto di questo libro, nonostante la pedofilia sia viva più che mai, anche grazie ad Internet, e si mescoli spesso con atrocità infami, assai lontane dal romantico desiderio di Humbert, che rimane sempre una brama esecrabile.

Un altro punto importante, da me recepito leggendo Lolita, è il sottile confine tra pedofilia e apprezzamento estetico per le ragazzine. Conosco molte persone che sono attratte dalle giovani fanciulle (13-14 anni), pur sapendo che non si tratta di nulla di patologico. In questo senso, quanti sono pedofili a metà? Quanti hanno sviluppato simili tendenze per vicissitudini infantili/adolescenziali? Forse in questo libro chi legge troverà la risposta che lo riguarda. Leggetelo, scioccatevi anche voi, mettetevi anche voi il vestito del pedofilo e vediamo come ne uscite!
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved