In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 0
Ieri: 7
Totale: 1329
Ultimi: Alexthelord

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 45
Totale: 45
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1734
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1262
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Alexthelord 20/5/2021
il_regno_di_Ozz 27/4/2021
riki25 11/4/2021
RangerDelSommerund 5/4/2021
Mirsea 28/3/2021
Marco 27/1/2021
Rinaldo 8/12/2020
giuseppe95 24/11/2020
Spymode 23/11/2020
Reo 8/10/2020
Segnala messaggio:
 

Re: Da bambino sognavo un lg che...

Oggetto: Re: Da bambino sognavo un lg che...
inviato da Gurgaz il 15/1/2008 19:07:18

Dipende.

Il "librogame mentale" che hai sperimentato nella tua infanzia/adolescenza è l'equivalente dei GDR di tipo "storytelling", cioè dove due o più persone collaborano per inventare una storia, senza dadi, regole e tabelle da consultare.

In questo tipo di gioco, il "master" è quello che dà un filo conduttore alla vicenda, più che altro assegnando ai giocatori ruoli diversi. E' quello che "il mondo dei librogames" ha fatto a Lucca Games 2007 con il cantastorie Roberto Grassi (vedi foto in Galleria).

Nei giochi di ruolo, ognuno fa quello che vuole. C'è chi scrive molto, come facevo io a suo tempo, e c'è chi non scrive nulla, improvvisando tutto sul momento. Io credo che la componente di improvvisazione sia imprescindibile per un master, però lo è anche una chiara riflessione sui momenti salienti dell'avventura. Chi non scrive nulla, o ha una fantasia sovrumana, oppure finisce per ricollegarsi a cose già lette, viste e sentite. Quindi è meglio riflettere bene prima dell'avventura e scrivere almeno un canovaccio per ricordarsi. Io di solito scrivevo i check e gli avversari incontrati, i tratti salienti dei luoghi visitati e molto spesso le linee guida di un dialogo. Volevo che ogni tanto la frase ad effetto saltasse fuori, come nei libri.

Poi ci sono le avventure "preconfezionate" (in vendita), che un master deve solo leggere ed interiorizzare. Io le rielaboravo sempre, onde lasciare la mia impronta sul lavoro altrui .
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved