In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 0
Ieri: 7
Totale: 1329
Ultimi: Alexthelord

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 47
Totale: 47
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1734
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1262
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Alexthelord 20/5/2021
il_regno_di_Ozz 27/4/2021
riki25 11/4/2021
RangerDelSommerund 5/4/2021
Mirsea 28/3/2021
Marco 27/1/2021
Rinaldo 8/12/2020
giuseppe95 24/11/2020
Spymode 23/11/2020
Reo 8/10/2020
Segnala messaggio:
 

Re: Da bambino sognavo un lg che...

Oggetto: Re: Da bambino sognavo un lg che...
inviato da Cyrax il 19/3/2008 14:56:29

Amici, ho notato che ogni librogame, per quanto sia bello, bilanciato e ben fatto, ha sempre inevitabilmente delle limitazioni. Mi spiego: alcuni lg hanno una grande libertà di movimento (vedi Skyfall) ma poi peccano di linearità e sono un pò farraginosi e poco chiari nel quadro che danno della situazione e del luogo. Altri prediligono di più l'aspetto "libro" a discapito del lato "game" e quindi sono più romanzati, con paragrafi più lunghi, bivi meno numerosi (vedi alcuni AD&D... l'8 come esempio può calzare?) e ciò dà forse una eccessiva linearità e staticità alla storia, privando spesso il lettore del piacere di sentirsi l'artefice delle proprie scelte. Altri libri esasperano l'aspetto "game", e riducono il testo e le descrizioni, altri magari riducono avversari e oggetti a dei semplici malus e bonus (vedi Rupert il Selvaggio, da ciò che ricordo della mia lettura d'infanzia) come in un arcaico videogioco platform in cui raccogliendo oggetti (monetine, mele o funghetti alla Super Mario) si accresce soltanto il punteggio in alto della schermata. Ecco che per ovviare a tutte queste lacune, di cui inevitabilmete i lg soffrono, da bambino sognavo il famigerato librogame grosso come un vocabolario, con migliaia di paragrafi, in cui c'era lo spazio per tutto. Nel momento opportuno il testo è lungo e descrittivo, ma rimane comunque alto il numero di scelte disponibili ad ogni paragrafo, può non esserci il sistema a "True Path" (che comunque io trovo altamente stimolante e avvincente, anche se spesso frustrante) perchè altri percorsi, comunque selettivi e non privi di ostacoli, proseguono tutti in maniera parallela. So che è e resterà sempre e solo una fantasticheria, ma voi cosa ne pensate?
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved