In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 17
Ieri: 8
Totale: 1321
Ultimi: Spymode

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 24
Totale: 24
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Spymode 23/11/2020
Reo 8/10/2020
PanteGod 27/9/2020
Jaco 20/9/2020
AgneSelene 22/8/2020
chrono16 28/6/2020
Perfidoalino 14/6/2020
fobos88 27/5/2020
disperados 18/5/2020
Gabrim 9/5/2020
Segnala messaggio:
 

Re: Fighting Fantasy: discussione, recensioni e commenti

Oggetto: Re: Fighting Fantasy: discussione, recensioni e commenti
inviato da Dan il 4/4/2009 19:58:13

Ho riletto per l'ennesima volta l'intervento e nn trovo nulla d'astruso davvero... Tra l'altro suggerivo possibili risposte, lasciando liberi (proprio come i libro-game, fra l'altro) di rispondere su qualcosa in particolare... Ma evidentemente il linguaggio (l'italiano, o no? Semmai è la forma, scorretta) era incomprensibile ai più e io non lo sapevo. No, sapete perchè m'arrabbio? Perchè amo un casino il fantasy, e mi dispiace quando è offeso dall'atteggiamento 'chiuso' di persone che già si conoscono e 'godono' quasi dell'esclusione... Tolkien rabbrividirebbe, e si chiederebbe: dov'è che ho sbagliato...? Mi godrò la vita quando i nuovi venuti saranno davvero benvenuti... e quando tutti useranno il tuo tono, pacato e sereno, per mettere qualcun'altro sullo stesso piano. Non è un'offesa a me, ma al genere... Forse è per via di queste benedette esperienze esposte a sinistra: sembrano quasi invitare il prossimo a fare cernite che purtroppo già subiamo quotidianamente. Ma non è un errore del sito, per carità; lo trovo un errore del fantasy, dei gdr... La gente fa avventure per gonfiar personaggi, non per vivere storie che li fanno crescere, e questo è dichiarare il genere morto.
Vorrei invece sperare che dove ci sia una passione comune ci sia anche un intento comune, che è quello di vivere un'altra natura del fantasy: di chi coglie l'altruismo in Lupo Solitario, la scaltrezza in Sortilegio, la prudenza ne La Corte di Re Artù... Fuori da questo linguaggio, non mi ci trovo proprio, è più forte di me. Le stesse recensioni, credo che debbano tener conto anche di queste esperienze personali, per essere davvero complete (nulla da ridire per tutto il resto, anche quelle dello stesso ego). Sognatore? Può darsi, ma il genere lo richiede... Resetto volentieri e auguro Buona Pasqua.
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved