In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 5
Ieri: 14
Totale: 1303
Ultimi: MattiaDraven

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 29
Totale: 29
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
MattiaDraven 17/2/2020
Gabriele 25/1/2020
ValeriaDalai 24/1/2020
Nerd29 19/1/2020
Fabbri 11/1/2020
Sanshuke82 9/1/2020
Vodoobot 5/1/2020
mariajimes16 28/12/2019
enricozed 13/12/2019
ginobaltico 10/12/2019
Segnala messaggio:
 

Re: Lupo solitario piu' difficile e piu' facile.

Oggetto: Re: Lupo solitario piu' difficile e piu' facile.
inviato da Federico il 24/12/2008 17:12:08

Allora, rispondiamo un po' a tutti.

Precisazione: io parto con una combattività di default alta. Sarò un baro, ma non sono un masochista e non ho tempo di rigiocare i libri trecento volte perchè il playtesting è quello che è (anche se, a parte la questione Alchimia/Magimagic/Elementi, il bilanciamento del Nuovo Ordine è sicuramente meglio pensato). "Facile" per me significa che anche con una combattività più bassa ce la si può fare, a differenza di molti episodi precedenti dove o avevi il massimo dei punteggi più tutti i bonus o nisba.

Per rispondere a EGO: dopo aver finito il 25 l'ho rigiocato un paio di volte per accertarmi di non aver saltato qualche paragrafo. No, è proprio composto di quattro scelte multiple in croce tutte con più o meno lo stesso esito (a seconda della stanza, cambia il combattimento) e si termina in un'oretta. L'inizio nella foresta pietrificata è veramente mal sfruttato: sarebbe un luogo potenzialmente molto affascinante da esplorare, eppure dura due paragrafetti con combattimento obbligatorio. Il tentativo di ricalcare il 14 è evidente, ma secondo me fallisce su tutta la linea, l'unico momento che ho trovato minimamente coinvolgente è la fuga finale. L'"operazione recupero" riesce decisamente meglio al 24 nel riproporre una trama a grandi linee simile a quella del 13.

Quando definivo l'ambientazione del 26 "mal sfruttata" mi riferivo proprio alle stesse cose che hai notato tu: quantunque io apprezzi abbastanza il Dever enciclopedico, "La montagna insanguinata" ha una trama veramente troppo esile e banale (anche se un pelino meglio di quella del 23, a mio parere). Anche se la battaglia finale dopo aver fatto fuori lo Shom-Zaa (tristemente scopiazzato dalla Regina della saga di Alien) mi ha entusiasmato più del resto del libro messo insieme.

Non ho mai preso Alchimia e Magi-Magic (non mi piace l'idea del Lupo Solitario-maghetto) se non come scelte obbligate negli ultimi volumi, ma anche l'arte degli Elementi non scherza come passepartout: se non sbaglio, nel 27, mi sono intrufolato in città alzando della polvere in faccia alle guardie e ho fatto saltare per aria una divisione dell'esercito facendogli scoppiare i cannoni a vapore con l'ebollizione dell'acqua. Tutto piuttosto bislacco.

Le nuove arti, a parte gli Elementi, non sono granchè utili. Così a memoria ricordo due frangenti in cui è possibile usare l'arte del Bardo: nel 25 (mi pare) ti permette di evitare un combattimento neanche proibitivo e in un altro volume è addirittura deleteria. Si, perchè col tuo soave canto fai incazzare una bestia che si trova nella caverna in cui ti sei rifugiato!
L'arte delle Erbe è leggermente più utile e permette principalmente di trovare bonus di Resistenza in giro, ma niente di trascendentale.

Ultima nota: anche a voi sembra che la qualità delle traduzioni del Nuovo Ordine è addirittura inferiore a quelle precedenti o sono solo fisime mie?
Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved