In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 2
Ieri: 13
Totale: 1217
Ultimi: Petalino10

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 13
Totale: 13
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3952
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Petalino10 13/1/2018
Francine84 10/1/2018
Moloch_ 7/1/2018
Belial91 19/12/2017
andycapp 26/11/2017
Bomma 12/11/2017
Belthy 11/11/2017
Rodio 29/10/2017
Enrico80 23/10/2017
Albi 16/10/2017

Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 »


[Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 33121
EXP : 95
Offline
Dopo pranzo il gruppo lascia la casa del Pollaiolo per recarsi al sontuoso palazzo del Mago Sebino. Durante il tragitto c'è una breve sosta da un sarto, amico di Battista e ancor più amico dopo aver ricevuto un sacco di galline, che offre in prestito a Floriano qualche drappeggio per rendere il suo aspetto ancor più vistoso. Ed ecco che dalla bottega emerge Floriano il Taumaturgo, nella sua veste rossa e dorata, accompagnato dal fedele servitore Tartacot e dal un'entusiasta miracolato dalle sue arti sopraffine.

La comitiva fa girare più di una testa ai passanti, alcuni dei quali salutano perfino con un breve inchino. Floriano regge il gioco e mantiene un portamento altero, degno di un uomo della massima importanza. Il percorso che dalla sartoria conduce al Palazzo è una curiosa passerella d'onore, in cui i due accompagnatori hanno un bel daffare a tenere lontani i mendicanti e i curiosi. "Era meglio tornare per vie traverse" - sussurra Floriano - "ma forse utto questo chiasso può fare il nostro gioco".

Quando la strada si spalanca sulla piazza del Palazzo, il corteo si snocciola ai lati e segue con lo sguardo il personaggio che pare diretto in visita al grande Sebino. Oltre l'arcata, Tartacot si trova davanti un robusto battaglio e picchia con forza tre volte.

Dopo un tempo oltraggiosamente lungo, uno dei battenti si apre e fa la sua comparsa un uomo alto e robusto, dal naso schiacciato e dai capelli arruffati. E' una guardia vestita in armatura di cuoio, con una spada corta che le pende dalla cintura. "Chi siete e chi cercate?" - chiede burbero, guardando il paludato Floriano e i suoi compagni con uno sguardo affascinato e diffidente allo stesso tempo.

La risposta che dovete dare stavolta deve essere dialogica, ognuno per sé, ovviamente. Per me è equivalente se parla uno qualsiasi di voi, quindi il primo che arriva parli pure.

Il titolo della sezione lo possiamo cambiare se me lo indicate. Tenete presente che ho aperto tanti thread per consentire il rapido prosieguo del gioco, per darvi più fronti su cui pensare e proporre. Dovrebbe servire anche ad ovviare alle mie assenze, almeno durante la settimana. Se avete qualche cambiamento nell'approccio da suggerire, fatelo nel thread nr. 4 prima di andare avanti qui.


Floriano

Forza 10
Abilità 10
Conoscenza 80

Vita: 4

Tartacot

Forza 25
Abilità 40
Conoscenza 35

Vita: 4

Teobaldo

Forza 50
Abilità 20
Conoscenza 30

Vita: 5

Inviato il: 6/3/2009 20:17
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Diacono
Iscritto il:
12/1/2009 10:52
Da Bolzano
Messaggi: 44
Livello : 5
HP : 0 / 110
MP : 14 / 2926
EXP : 43
Offline
Tartacot osserva la guardia, misurandola con lo sguardo mentre si profonde in un teatrale inchino dengo della parodia carnevalesca d'un nobile.
"Mi chiamano Tartacot ed annunciovi la visita del mio signore Floriano che quivi trovandosi a soggiornare ha udito delle mirabili opere del guaritore vostro padrone Sebino. Condividendo il fato e la benevolenza del mondo oltre il visibile, il mio signore Floriano è venuto a chieder udienza et ospitalità degne d'un confratello al padrone vostro Sebino, con cui amerà colloquiare dell'arti et rimedi mondani ch'essi conoscono meglio ch'io scìa."
Osservando l'espressione di dubbio dipinta sul volto ed in tutto l'atteggiamento della guardia che ha lasciato cadere le spalle ed assume un aspetto molto meno minaccioso che non pria quando si presentava impettita gonfiando il petto e tirando i muscoli delle spalle onde sembrar più grosso ed imponente e vedendo che la guardia rimane lì interdetta nell'udire il suo verbare, il Cartomante fissa gli occhi colmi di desolazione in quelli ebeti del piantone.
"Ritengo che il tuo padrone aspetti di conoscere chi bussa alla sua porta e le ragioni della nostra venuta. Quando li conoscerà e tu avrai la risposta con cui egli c'accoglie tornerai qui e sarai contrito per aver fatto attendere si tanto tempo il Taumaturgo Floriano delle Sette Ville Cadenti."
Detto ciò arretra d'un passo, segnando la fine del suo loquire ed invitando ancora con lo sguardo la guardia ad obbedire

OFF: non ho idea se per convincere la guardia a riferire quanto ho detto con convinzione (vorrei che si recasse da Sebino a riferire della venuta d'un confratello venuto a colloquiare con lui delle loro arti e vorrei che fosse entusiasta nel farlo) io debba superare un test di qualche genere d'abilità; in caso affermativo impiego 3 punti di ciò che serve allo scopo
Mi dimentico sempre metto le quadre all'inizio e alla fine ma mi dimentico di inserire il tag

Inviato il: 7/3/2009 13:24

Ultima modifica di Asmodeus il 8/3/2009 14:31:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 33121
EXP : 95
Offline
La guardia grugnisce un commento in qualche oscuro dialetto laitiano e serra decisa la porta. Tartacot resta con un palmo di naso, poi inizia a lamentarsi a gran voce affinché la folla che fa capannello nei pressi dell'atrio lo senta bene. "Che insolenza, chiudere la porta in faccia ad un sì noto erudito! Dobbiamo dunque figurarci il famoso Sebino come un mago dalle brusche maniere?".

Sta ancora blaterando, quando la porta si apre ed escono due guardie, accompagnate da un uomo alto e vestito di un saio nero. Un viso pallido e spigoloso spunta dal cappuccio, nella cui penombra due occhi scuri ed attenti prendono le misure degli interlocutori.

"Vi chiedo scusa per i modi barbari delle nostre guardie" - parla con voce suadente - "purtroppo non è facile reperire gente fidata ed efficiente che sappia trattare gli ospiti col dovuto rispetto. Mi duole tediarvi, ma sono costretto a richiedervi gli scopi della vostra visita. Il maestro è felice di intrattenersi con i suoi pari, ma è anche molto impegnato. Prima di accogliervi è necessario che io accerti le vostre identità"

E' opportuno che il fantomatico Floriano si esprima. Gli altri possono comunque lasciare il loro contributo, ossia presentarsi a loro volta e decantare le sperticate lodi del mago. Non dimenticate di spiegare che cosa volete esattamente: visitare il palazzo, un colloquio con Sebino, entrambe o altre cose.

PS per ASMODEUS: se vuoi scrivere in corsivo come facciamo noi, basta che utilizzi i tag. Metti (i) all'inizio del testo in corsivo e (/i) alla fine, ma le parentesi che ho segnato come tonde devono essere quadre

Inviato il: 7/3/2009 15:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Supremo Maestro
Iscritto il:
8/4/2005 19:08
Da Roma
Messaggi: 3427
Livello : 45
HP : 220 / 1104
MP : 1142 / 41255
EXP : 17
Offline
Floriano, che fino a quel momento era rimasto in disparte, fa un passo avanti deciso e con estrema calma parla alla guardia.

"Come il mio giovane apprendista aveva in egregio modo annunziato io sono Floriano delle Sette Ville Cadenti. Sono un taumaturgo che viene da molto lontano, alla continua ricerca di importanti novità e metodi innovativi sulla guarigione e su tutto ciò che noi al nostro paese chiamiamo "estrebidassologia". La fama di Sebino è arrivata alle mie orecchie fin da quando giunsi ad Ilmona due giorni or sono e oggi chiedo ad egli udienza con umiltà e interesse di vedere il suo luogo di lavoro e magari capire lo spirito di imprenditorialità di un sì famoso guaritore. ".

Inviato il: 9/3/2009 9:56
_________________
Possano la dea Ishir e il dio Kai guidarmi in questo nuovo mondo....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 33121
EXP : 95
Offline
L'uomo vestito di nero resta un attimo in silenzio. I suoi occhi furtivi passano da Floriano a Teobaldo e da Teobaldo a Tartacot, che continua a sfoggiare un'espressione sicura. Al contrario lui sembra un po' titubante ed indeciso sul da farsi.

"Non ho la fortuna di avervi sentito nominare, in passato" - sentenzia infine - "ma se la vostra fama è tale da avervi preceduto da queste parti, il mio maestro vi conoscerà sicuramente. Egli sa ogni cosa ed è conoscitore enciclopedico dell'intrebidellavossofia".

"Estrebidassologia" - lo corregge Floriano.

"Ma certo! Potete entrare. Vi chiedo soltanto di favorire alle guardie le vostre armi, se ne avete. Questa è la regola".

La porta si apre di più e il gruppo entra finalmente nel Palazzo del Mago Sebino. I battenti si richiudono ed ora sono visibili due guardie, che si avvicinano ai tre guitti con decisione.

"Siate così gentili da distendere le braccia" - li istruisce il tizio col saio - "il controllo durerà poco e non vi arrecherà eccessivo disturbo".

Potete dire quel che volete, se qualcosa non vi garba, oppure lasciarvi ispezionare normalmente.

Solo un avvertimento: non mi avete detto che oggetti portate e che oggetti lasciate a casa, a parte Teobaldo che non ha voluto portare neppure un cinto erniario. Siccome non voglio creare disguidi a tutti i costi, ricordo che ho lasciato aperto il Thread nr.4 per organizzare meglio la vostra messinscena. Se avreste voluto lasciare a casa qualcosa, vi do un'ultima possibilità di farlo.

Inviato il: 9/3/2009 23:37
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Sapiente
Iscritto il:
15/9/2006 11:56
Messaggi: 1025
Livello : 28
HP : 0 / 682
MP : 341 / 22629
EXP : 29
Offline
Teobaldo si lascia perquisire senza obiettare.

Inviato il: 13/3/2009 14:10
_________________
War, war never changes
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Diacono
Iscritto il:
12/1/2009 10:52
Da Bolzano
Messaggi: 44
Livello : 5
HP : 0 / 110
MP : 14 / 2926
EXP : 43
Offline
"Fate pure." Dice il Fattucchiere allargando le braccia. "Non troverete altro che le mie carte. E dubito il vostro padrone le possa ritenere una minaccia."

Inviato il: 13/3/2009 15:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 33121
EXP : 95
Offline
Per primo viene ispezionato Tartacot. La guardia lo tasta per bene, apparentemente in cerca di pugnali celati sotto le vesti, poi passa alla sua borsa dalla quale tira fuori disordinatamente i tarocchi. La guardia è maldestra e metà delle carte finiscono per terra. Tartacot si china e le raccoglie, trattenendo il naturale istinto a formulare le abituali previsioni sulle sventure suggerite dalle carte sul pavimento. La guardia gli toglie il mazzo di mano, esamina con sguardo ebete la figura dell'Appeso e le ficca al loro posto nella borsa.

L'altra guardia nel frattempo si dedica a Teobaldo. Questi Iperboréi dell'est non hanno proprio buone maniere e lo si capisce dal modo di perquisire le persone. E' faticoso trattenere il desiderio incipiente di dare una bella lezione a questi due energumeni, ma sei mani contro due spade sono un vantaggio solo di numero. Dalla bisaccia spunta una torta d'arance, che la guardia annusa soddisfatta neanche fosse la sua merenda, e un paio di cinti erniari di metallo. La guardia li gira e li rigira, senza capire di che si tratti. L'uomo nel saio nero scuote la testa. "Sono dei cinti erniari" - dice - "servono a preservare le membra durante gli sforzi, oltre che a contenere il movimento delle interiora mal assestate. Dite un po', signore, come mai vi portate appresso questa roba fin nel palazzo di Sebino il Mago?"

E' già turno di Floriano. Il tizio che ha ispezionato Tartacot, che è quello che ha aperto la porta, è particolarmente accurato e ficca le mani in tutte le voluminose pieghe della veste del mago, anche dove sarebbe saggio fare attenzione. Floriano sopporta tutto con stoicismo e cerca di assumere un'espressione contrariata che non tradisca la sua inquietudine. Come temuto, le manacce agguantano la statuella di Irpilla Morosa e la tirano fuori da una tasca dell'abito. La guardia osserva la figurina, una donna scollacciata nell'atto di parlare, la cui saccenteria è ben rappresentata dall'espressione sicura ed ironica donatale dallo scultore. La guardia si gratta la testa nell'inutile tentativo di capirci qualcosa, quando la statuetta interviene a sproposito con la sua vocina stridula: "Guardati dalla bonaccia, burrasca minaccia".

Tutte le teste si voltano verso la guardia, che a sua volta si guarda intorno cercando di capire chi diavolo a parlato. "Che cos'è?" - chiede l'uomo in nero. La guardia gli allunga la statuetta e questi la esamina velocemente. "Venerabile maestro Floriano" - prosegue - "può spiegare che razza di statuetta è questa che vi portate appresso? Una pietra parlante è frutto di magia e, come potrete immaginare, padron Sebino è molto interessato all'argomento. E lo stesso vale per me, che sono uno dei suoi migliori allievi".

"Avari e falliti, quasi sempre sono uniti" completa la statuetta. L'uomo in nero la guarda torvo, poi riprende l'espressione conciliante ed attende la risposta di Floriano.

Sulla statuetta è bene che risponda Floriano, anche perché gli altri non ne sanno granché. C'è anche una domanda a Teobaldo, la cui risposta si può inserire prima del rinvenimento della statuetta, o dopo, secondo come ci va meglio.

Tartacot può intromettersi come preferisce.

Inviato il: 14/3/2009 11:51
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Sapiente
Iscritto il:
15/9/2006 11:56
Messaggi: 1025
Livello : 28
HP : 0 / 682
MP : 341 / 22629
EXP : 29
Offline
"Nobile uomo di scienza" risponde Teobaldo all'individuo col saio nero "ormai un anno è passato da quando la raffinata arte curativa di mastro Floriano guarì per sempre la tendenza dei miei visceri a fuoriuscire dalla propria sede, a conseguenza delle mie estenuanti eoriche gesta. Da quel momento in poi, porto con me queste grottesche imbragature come segno della mia libertà dalla malsanìa e dell'efficacia taumaturgica del sapere di mastro Floriano delle Sette Ville Cadenti"

Inviato il: 14/3/2009 20:40
_________________
War, war never changes
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Avventura - Battista il Pollaiolo] - 5A - Floriano il Taumaturgo
Diacono
Iscritto il:
12/1/2009 10:52
Da Bolzano
Messaggi: 44
Livello : 5
HP : 0 / 110
MP : 14 / 2926
EXP : 43
Offline
"Vossia è dunque il migliore degli allievi di Sebino, gran guaritore di Ilmona, benefattore delle genti, da tutti amato e benvoluto sicché la sua fama è diffusa in tutta Laitia." esordisce Tartacot rivolto al monatto dal nero saio
so che non è vero ma la battuta di Maltravasso sul fatto che ci potessero essere appestati era appropriata al modo di agghindarsi di questo allievo di Sebino
"Ha dunque molti allievi il nobile Sebino, conoscitore d'arti taumaturgiche e di rimedi idroterapici, munifico benefattore delle folle? O forse gl'altri furon reputati indegni e scacciati per via della loro avidità superbia e cialtroneria che poco s'addice agl'allievi d'un Mago dalle grandi qualità umane qual'è Sebino?"
Termina il Cartomante estraendo dal mazzo le carte del Matto e del Bagatto e dell'Appeso e mostrandole all'uomo in nero senza neppure darvi uno sguardo.

Inviato il: 15/3/2009 13:35
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved