In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 12
Ieri: 14
Totale: 1196
Ultimi: Dave83

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 1
Totale: 1
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3952
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Dave83 16/8/2017
johnsnow74 20/7/2017
TiaRaiden 18/7/2017
OtisRaymon 17/7/2017
funambolo71 12/7/2017
Feroldino 11/7/2017
faci2001 11/7/2017
nestore 5/7/2017
Pepinho10 4/7/2017
arquatense 3/7/2017

Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL’ALBA --- di Breck Eisner
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 31915
EXP : 95
Offline
Quando si va al cinema e si sceglie un film senza pensarci troppo può capitare di trovar qualcosa di già visto e non riconoscerlo, se non a livello inconscio. Oggi che i remake affollano le sale come mai è avvenuto in passato, succede che un appassionato di George A.Romero assista alla riproposizione di un suo lavoro minore e non si renda conto di averlo già visto nella sua versione del 1973. Ricordo davvero poco il film, ma non credo che l’ignoranza abbia alterato la mia percezione di questo sedicente zombie-movie.

Romero mantiene lo zampino nella produzione ma lo sviluppo della trama prende un tono serio e realistico che poco ha a che spartire con il vecchio The Crazies (questo il titolo originale del film), dove invece aleggiava un’atmosfera sottilmente ironica. Nella ridente cittadina di Ogden Marsh, Iowa, la vita scorre serena finché lo sceriffo David Dutten (Timothy Oliphant) è costretto a freddare l’ubriacone locale, comparso armato e con un’aria minacciosa nel bel mezzo di una partita di baseball. Ma non c’è alcool nel sangue dell’uomo, che è solo il primo di una serie di episodi di assurda follia omicida. David indaga insieme all’assistente Russell (Joe Anderson) e scopre che un aereo è precipitato nelle acque da cui la città trae le sue risorse idriche. Nonostante l’incredibile velocità con cui la verità viene a galla, i nostri eroi non hanno tempo di far nulla prima che la città sia stretta nella morsa dell’esercito federale, intervenuto per soffocare la potenziale pandemia. Dopo aver recuperato la moglie Judy (Radha Mitchell), medico di zona, e la sua infermiera Becca (Danielle Panabaker), il gruppetto guidato da David e Russell tenta di sfuggire al cordone militare, mentre nella zona regna il caos.

Non ci vuole molto perché La città verrà distrutta all’alba si trasformi da uno standard zombie-movie a critica sociale. Appena compare l’esercito ci si rende conto che i soldati, sguinzagliati con ordini perentori e sprezzanti della vita umana, non sono dalla parte dei cittadini e costituiscono un pericolo ben maggiore dei “folli”, che in fondo sono normali esseri umani in cui un’arma batteriologica ha scatenato una violenza incontrollata. In questo s’intravede l’affinità con l’idea originale di Romero, che nei suoi lavori ha spesso incluso una chiara polemica contro l’ingerenza governativa, i segreti di stato e l’uso sproporzionato della forza. La storia sorprende perché razionalmente accettabile, anche se il pragmatismo dimostrato dalle autorità di fronte ad un disastro da loro provocato ha più il sapore del post-Vietnam che del dopo Iraq. Io comunque non sono un cittadino americano e la mia è solo un’impressione.

Non mancano scene tese e spaventose, che però non eccedono troppo nello splatter. Devo dire che in tempi recenti non ho mai visto un horror così attento nel dosare sangue e trovate orripilanti, che mi sono parse ben studiate ed ottimamente assistite dall’incalzante colonna sonora di Mark Isham. La scena migliore avviene in un autolavaggio, dove il vedo/non vedo dovuto alle spazzole e all’acqua saponata genera grande agitazione e sgomento. Ogni tanto scappa qualche cavolata poco credibile, ma l’azione è gestita a dovere e riesce sia a soddisfare che a tenere sveglia l’attenzione.

Il cast è ben assortito e la recitazione di buon livello, soprattutto per quanto riguarda T.Olyphant e R.Mitchell. Curioso come i due riescano ad apparire come una coppia affiatata, sempre pronti a scusarsi con l’altro se la tensione gli fa perdere le staffe. È facile che certe battute sembrino stucchevoli, invece i due le sfoderano con naturalezza disarmante. Notevoli anche le numerose comparse, amici e concittadini che all’improvviso si trasformano in assassini senza scrupoli. L’incertezza dovuta al presunto contagio dei protagonisti accentua ancor più la tensione, sebbene venga risolta in modo semplice e sbrigativo. Del resto non c’è nulla di così complesso in La città verrà distrutta all’alba, il che può anche essere un pregio.

Non so quanto bisogno ci fosse del rifacimento di un titolo poco noto del cinema horror, peraltro neppure pubblicizzato come tale. Grazie al fatto che quelli che possono riconoscere un remake sono veramente pochi, specie se si tratta di pellicole di nicchia come questa, con gli opportuni cammuffamenti si può perfino far credere che sia un’opera originale. In ogni caso non c’è nulla di male nel rielaborare un vecchio lavoro e provare a dargli una veste nuova, più moderna. Mi pare che Breck Eisner abbia agito nel rispetto di G.A.Romero e sia riuscito ad ottenere il semplice obiettivo di intrattenere lo spettatore, quindi si merita il giusto riconoscimento.

Voto di gradimento: 7
Voto critico: ***

Inviato il: 8/5/2010 16:45

Ultima modifica di Gurgaz il 9/5/2010 16:33:36
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL’ALBA --- di Breck Eisner
Maestro
Iscritto il:
3/2/2007 15:24
Da Lombardia
Messaggi: 1452
Livello : 32
HP : 0 / 790
MP : 484 / 24361
EXP : 61
Offline
Ero curioso di leggere qualcosa su questa pellicola, anche perchè nelle ultime settimane ne avevano piazzato la pubblicità un po' ovunque sul web.

Grazie per la recensione, Gurgaz.

Inviato il: 8/5/2010 17:19
_________________
Il Sonno Della Ragione Genera Mostri (Francisco Goya)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL’ALBA --- di Breck Eisner
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 31915
EXP : 95
Offline
Citazione:

=Dr.Scherzo= ha scritto:
Ero curioso di leggere qualcosa su questa pellicola, anche perchè nelle ultime settimane ne avevano piazzato la pubblicità un po' ovunque sul web.

Grazie per la recensione, Gurgaz.


Non c'è di che. Quella di Scontro tra Titani (in 3D) l'hai letta?

Inviato il: 10/5/2010 21:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL’ALBA --- di Breck Eisner
Maestro
Iscritto il:
3/2/2007 15:24
Da Lombardia
Messaggi: 1452
Livello : 32
HP : 0 / 790
MP : 484 / 24361
EXP : 61
Offline
Sì. Le leggo sempre tutte. Suppongo di essere uno dei pochi matti che ancora visita giornalmente il forum.

Inviato il: 10/5/2010 21:49
_________________
Il Sonno Della Ragione Genera Mostri (Francisco Goya)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved