In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 5
Ieri: 25
Totale: 1303
Ultimi: MattiaDraven

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 28
Totale: 28
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3954
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
MattiaDraven 17/2/2020
Gabriele 25/1/2020
ValeriaDalai 24/1/2020
Nerd29 19/1/2020
Fabbri 11/1/2020
Sanshuke82 9/1/2020
Vodoobot 5/1/2020
mariajimes16 28/12/2019
enricozed 13/12/2019
ginobaltico 10/12/2019

Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 5 »


Oberon
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 39266
EXP : 95
Offline
Non ho trovato una discussione già aperta riguardo a questa serie, di cui in effetti si parla poco. Lo scorso fine settimana mi sono cimentato nella lettura, che ho completato in men che non si dica dato che si tratta di librogame estremamente gradevoli, che hanno grande affinità con i primi 5 Lupo Solitario (non solo il font utilizzato).

Per il momento l'unica campana che ha risuonato è quella di EGO, che ha scritto delle recensioni eccellenti (anche se un po' lunghe) e che trasudano una grande passione per questa serie collaterale a Lupo Solitario. Dopo averci giocato ed aver incontrato un'esperienza di gioco e lettura piacevole, in base all'esperienza con quasi tutte le serie di librogame EL non la colloco tra le migliori in assoluto. Secondo me i libri migliori sono il 2 e il 4, con il nr. 1 molto coinvolgente eppure troppo grezzo e sbilanciato per convincermi. Mi sorge un dubbio riguardo al combattimento col Krimmer, che secondo me è assolutamente insuperabile attenendosi a quanto dice il testo (che non permette di vincere il duello, ma obbliga a subire!), e non apprezzo granché il proliferare delle instant death che non avvengono perché si è privi di un oggetto o perché non si è usato un Potere al momento opportuno, bensì per scelte innocenti e ragionevoli. Per non parlare della mantide che precede il 350: se fuggi dopo uno scontro va bene, se VINCI dopo uno scontro (quindi senza perdere tempo) muori senza appello. Il tutto mi ha lasciato l'impressione dello scrittore non esperto che si affanna a creare difficoltà dove non ci sarebbero altrimenti.

La serie è mediamente difficile, da un lato perché richiede un'amministrazione avveduta delle proprie risorse (Volontà e Resistenza), dall'altro perché è piena di tranelli anche subdoli. Se la prima caratteristica è positiva, la seconda non lo è come in nessun librogame. La Città Proibita non mi è sembrato così arduo come EGO lo descrive: sono morto una volta per aver cercato di controllare la Strega, invece del Capo degli Shaddaki. Poi sono morto ancora perché ho fallito un tiro mentre attraversavo il ponte di Guanima. Lì ho tirato dritto, perché la parte precedente l'avevo già esplorata a fondo. Poi è giunto il Cancello dell'Ombra, che onestamente non mi è piaciuto. L'ho trovato molto astratto, noioso e a tratti vistosamente squilibrato; forse c'è più di un sistema per entrare nella Torre di Cristallo? Trovo che quei 3 lanci da effettuare per la scalata siano piuttosto rognosi. Ovviamente io li ho falliti 2 volte di seguito. E l'Etetron, con un paragrafo a 5 uscite di cui 4 mortali e dove quella corretta non ha il minimo senso? Devo accelerare mentre mi sto per schiantare? In generale trovo l'esperienza di gioco di questo librogame molto povera rispetto agli altri e mi pare un lavoro mal riuscito. Invece il 4° volume è un ottimo lavoro, epico, ricco di punti interessanti, giocabile pur mantenendo una buona difficoltà e in cui molti semi gettati nei libri precedenti trovano nuovi sviluppi. Una conclusione decisamente ottima e le analogie con Star Wars sono evidenti e molto gradite. S'intende che il copyright di questa intuizione appartiene a EGO.

Vorrei che si avviasse una discussione su questa serie, in base ai punti da me evidenziati ma anche altri che vi vengono in mente. Le recensioni sono in arrivo (manca solo quella del 4°, le restanti sono pronte).

PS: EGO dice una cosa che è vera in generale ma non nel particolare. Alcuni Oggetti Speciali servono anche a diversi librogame di Distanza, come l'Amuleto di Jana e la Gemma della Mente.

Inviato il: 5/2/2008 10:40
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Iniziato
Iscritto il:
6/7/2007 13:32
Da Vicenza
Messaggi: 330
Livello : 16
HP : 0 / 399
MP : 110 / 14760
EXP : 97
Offline
Effettivamente si vede un autore un po' principiante nel trattare un librogame, ma che comunque va via via migliorando man mano che procede con la serie. Il primo libro è senza dubbio il peggiore, ma forse è anche una questione di primo impatto, visto che leggendo ci si accorge facilmente come una buona metà del regolamento è praticamente inutile e l'uso delle magie è sconsigliabile, visto che i punti di volontà sono assolutamente indispensabili per quando si devono usare obbligatoriamente e anche se le morti istantanee non abbandano rispetto ad altre serie, è comunque troppo facile morire. Fortunatamene comunque già nel secondo numero le cose si fanno un po' più facili ed è possibile commettere qualche errore.

Il terzo onestamente lo trovo alla pari del secondo, sia come sviluppo che come difficoltà, forse c'è qualche più scelta alla cieca da compiere, ma ho sempre pensato che si volesse riflettere un po' la natura del Daziarn, che è effettivamente un piano d'esistenza davvero incasinato e inspiegabile, oltre al fatto che Oberon entra in un territorio che non conosce e che segue regole diverse da quelle a cui è abituato. A proposito, per entrare nella torre basta ovviamente risolvere l'indovinello alla sua entrata, la cosa è molto facile, ma appena troverai la soluzione ti mangerai le mani per non averci pensato prima.

Il quarto poi è davvero un bel libro, l'uso delle magie è già più facilitato grazie al bonus conferito dalla pietra di luna e l'avventura assume davvero dei toni epici.

Inviato il: 5/2/2008 11:10
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Supremo Maestro
Iscritto il:
8/4/2005 19:08
Da Roma
Messaggi: 3427
Livello : 45
HP : 220 / 1104
MP : 1142 / 48049
EXP : 17
Offline
Ciao Gurgaz, devo dirti che il secondo volume è uno dei libri a me più cari, in quanto fu il primo che mi fu regalato (dopo la lettura di straforo del n°12 di LS) e ci sono particolarmente affezionato. Sicuramente per me si mette tra le serie migliori (pur non essendo la migliore in assoluto) considerando anche la natura di "spin-off" della serie di Lupo Solitario.

Il pregio è anche questo: riuscire a creare un personaggio ben delineato e con una caratura che non renda impossibile il confronto con il vecchio LS. L'ambientazione è sì derivata da LS, ma ne descrive una zona quasi completamente inesplorata e piena di suggestioni (probabilmente il più prese da "le mille e una notte").

Un giudizio migliore e più specifico te lo saprò dare quando avrò un po' di tempo per rigiocarmi tutta la serie dal 1° al 4°.

Inviato il: 5/2/2008 11:16
_________________
Possano la dea Ishir e il dio Kai guidarmi in questo nuovo mondo....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Tutore
Iscritto il:
17/9/2006 0:33
Messaggi: 875
Livello : 26
HP : 0 / 636
MP : 291 / 25021
EXP : 46
Offline
Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Per il momento l'unica campana che ha risuonato è quella di EGO, che ha scritto delle recensioni eccellenti (anche se un po' lunghe) e che trasudano una grande passione per questa serie collaterale a Lupo Solitario.

Ehm, sì, tutto vero


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Mi sorge un dubbio riguardo al combattimento col Krimmer, che secondo me è assolutamente insuperabile attenendosi a quanto dice il testo (che non permette di vincere il duello, ma obbliga a subire!), e non apprezzo granché il proliferare delle instant death che non avvengono perché si è privi di un oggetto o perché non si è usato un Potere al momento opportuno, bensì per scelte innocenti e ragionevoli. Per non parlare della mantide che precede il 350: se fuggi dopo uno scontro va bene, se VINCI dopo uno scontro (quindi senza perdere tempo) muori senza appello. Il tutto mi ha lasciato l'impressione dello scrittore non esperto che si affanna a creare difficoltà dove non ci sarebbero altrimenti.

Sono battaglie che vanno interpretate con un po' d'elasticità, anche se ovviamente la questione di fondo resta: Page non ha considerato alcune opzioni. Forse per la Mantide pensava che uno fosse quasi a secco di punti e non avesse grande voglia o prospettive di vittoria per fermarsi a vincere il duello (possibile, vista la difficoltà della Muraglia e del Lago); per me l'idea che se fuggi vinci resta una buona trovata, e ricordiamoci che è in linea con la famosa "filosofia" di Oberon (ovvero, dovunque puoi, risparmia le forze).

Il Krimmer è un mistero. Io ho ideato il "trucchetto" dei Semi di Tarama per ucciderlo in un colpo solo, ma Project Aon lo "proibisce" e del resto anche io riconosco che è molto forzato, ma non vedo come si possa sopravvivere quei 4-5 scontri con delle perdite fisse e un RdF necessariamente negativo. L'unica soluzione è che "uccidendo" il Krimmer si abbrevi il combattimento, e io procedo così.

Le instant death sinceramente non le trovo né fuori luogo né eccessive, salvo forse qualcuna. E' vero, io parlo con la mente di uno che da bambino restava estasiato di fronte a questo libro e si sciroppava ammaliato i paragrafi di morte, ma trovo che contribuiscano a quell'atmosfera di "è tutto contro di te". Posso capire che dia fastidio qualche ID nel duello con Mamma Uba, per esempio, ma non è che sia proprio gratuito. Vuoi farci qualche esempio specifico oppure ho toccato i tasti giusti?


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
La Città Proibita non mi è sembrato così arduo come EGO lo descrive: sono morto una volta per aver cercato di controllare la Strega, invece del Capo degli Shaddaki. Poi sono morto ancora perché ho fallito un tiro mentre attraversavo il ponte di Guanima.

Pensavo esattamente al ponte di Guanima quando ho scritto la review e quel commento sul "preoccupati prima di te stesso, gli alleati sanno cavarsela da soli". Però è anche vero che la Tabella ha un grosso ruolo in questo libro, così come l'uso dei Poteri va ponderato molto bene, e devi ammettere che senza Evocazione il libro è un massacro. Mi sembra, poi, che il commento sulle instant death del primo volume si debba per forza traslare anche al secondo, dove accade ugualmente che decisioni "innocenti e ragionevoli" ti perdano.


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Poi è giunto il Cancello dell'Ombra, che onestamente non mi è piaciuto. L'ho trovato molto astratto, noioso e a tratti vistosamente squilibrato; forse c'è più di un sistema per entrare nella Torre di Cristallo? Trovo che quei 3 lanci da effettuare per la scalata siano piuttosto rognosi. Ovviamente io li ho falliti 2 volte di seguito. E l'Etetron, con un paragrafo a 5 uscite di cui 4 mortali e dove quella corretta non ha il minimo senso? Devo accelerare mentre mi sto per schiantare?

Giusta osservazione, ma come ha anche sottolineato Krenim, il Daziarn è un ambiente che favorisce questo tipo di scelte. Per entrare nella Torre di Cristallo c'è la porta con le chiavi: è un percorso più lungo e più bello, mentre la scalata è un killer micidiale, niente di strano che tu l'abbia fallita due volte.
Come ho detto nella review, credo che il grosso problema di questo volume sia la scarsissima interazione: basta che fai il pacifico, al massimo lanci un lampo contro il Giaksa quando te lo devi scarrozzare a bordo e lui invoca la tempesta, ed ecco fatto. Se sei amichevole, la parte della Città Sonora è una barzelletta.


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Una conclusione decisamente ottima e le analogie con Star Wars sono evidenti e molto gradite. S'intende che il copyright di questa intuizione appartiene a EGO.

Be', non era difficile


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
PS: EGO dice una cosa che è vera in generale ma non nel particolare. Alcuni Oggetti Speciali servono anche a diversi librogame di Distanza, come l'Amuleto di Jana e la Gemma della Mente.

Sì, EGO fa spesso di queste cose, è un tantino distratto e non sempre considera tutti i risvolti della questione (così come non prova proprio tutti i percorsi di un LG, come sembri fare tu)
Io mi riferivo a quegli oggetti che abbondano soprattutto nel secondo volume: il Libro di Shazarak, il Dente d'Oro, e paccottiglia simile, che non ha nessun uso da nessuna parte, e mi sorprende sempre un po' (in Lupo Solitario in genere non succede mai che un oggetto stia lì per bellezza). Gli stessi Dobloni d'Oro, dopo i primi cinque minuti di lettura, diventano un orpello inutile.



Citazione:

Krenim ha scritto:
Il primo libro è senza dubbio il peggiore

ERESIAAAAAAA!!!


Citazione:

Krenim ha scritto:
Il terzo onestamente lo trovo alla pari del secondo, sia come sviluppo che come difficoltà, forse c'è qualche più scelta alla cieca da compiere, ma ho sempre pensato che si volesse riflettere un po' la natura del Daziarn, che è effettivamente un piano d'esistenza davvero incasinato e inspiegabile, oltre al fatto che Oberon entra in un territorio che non conosce e che segue regole diverse da quelle a cui è abituato.

No, come difficoltà sono due livelli del tutto diversi. Il Cancello, se togli i piccoli enigmi e le instant-death -qui sì- davvero gratuite, è facilissimo. Non devi nemmeno combattere il nemico finale!

Inviato il: 5/2/2008 12:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Iniziato
Iscritto il:
6/7/2007 13:32
Da Vicenza
Messaggi: 330
Livello : 16
HP : 0 / 399
MP : 110 / 14760
EXP : 97
Offline
Guarda, il primo secondo me è proprio il peggiore, proprio perché poco curato in termini di bilanciamento, tralasciando questo però è comunque una lettura davvero d'atmosfera. Poi come ho detto magari è solo una questione di "primo impatto" con la serie, ma da lì in poi ho davvero trovato tutti gli altri numeri molto più piacevoli ed interessanti.

Inviato il: 5/2/2008 15:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 39266
EXP : 95
Offline
Citazione:

EGO ha scritto:
Sono battaglie che vanno interpretate con un po' d'elasticità, anche se ovviamente la questione di fondo resta: Page non ha considerato alcune opzioni. Forse per la Mantide pensava che uno fosse quasi a secco di punti e non avesse grande voglia o prospettive di vittoria per fermarsi a vincere il duello (possibile, vista la difficoltà della Muraglia e del Lago); per me l'idea che se fuggi vinci resta una buona trovata, e ricordiamoci che è in linea con la famosa "filosofia" di Oberon (ovvero, dovunque puoi, risparmia le forze).


Però questa "filosofia" non mi piace granché. Io avevo 18 di Combattività (alto) e 23 di Resistenza (basso), di conseguenza avrei preferito che esistessero percorsi che permettono di prendere i nemici "di petto" e far valere la propria forza. Invece trovo che quasi tutti sono più forti di me (combattività 18+) e che il librogame mi mette in condizioni di perdere molta Resistenza, per cui mi sono trovato veramente nelle peste in più situazioni. E' la stessa identica situazione che tu critichi (giustamente) nei LG di Livingstone, solo invertita: là devi avere il massimo di Abilità per vincere altrimenti avrai seri problemi, qui la Combattività conta poco o niente perché è più utile un'alta Resistenza. Per fortuna il problema si limita al primo librogame e diventa marginale o assente nei successivi, compreso l'ultimo perché si ricevono dei "power-up" dalla Pietra della Luna. In buona sostanza, questa filosofia rende inutile il punteggio di Combattività.

Citazione:

EGO ha scritto:
Il Krimmer è un mistero. Io ho ideato il "trucchetto" dei Semi di Tarama per ucciderlo in un colpo solo, ma Project Aon lo "proibisce" e del resto anche io riconosco che è molto forzato, ma non vedo come si possa sopravvivere quei 4-5 scontri con delle perdite fisse e un RdF necessariamente negativo. L'unica soluzione è che "uccidendo" il Krimmer si abbrevi il combattimento, e io procedo così.


E fai bene. Io ho tentato 6 volte il combattimento prima di riuscire a sopravvivere (tirando 7,8,0,8) con 3 punti di Resistenza residui. Il trucchetto dei Semi? Quando li ho trovati mi sono automaticamente vietato l'utilizzo nel combattimento normale, perché è chiaro che se si dovrebbero spendere X punti di Volontà per aumentare il danno i semi non possono prevenire QUALUNQUE perdita di Volontà. Altrimenti cosa fai, danno infinito? Con un seme di Tarama puoi distruggere l'Universo e chi lo ha creato? Però bastano per prevenire le perdite quando usi l'Asta per gli attacchi a distanza.

Citazione:

EGO ha scritto:
Le instant death sinceramente non le trovo né fuori luogo né eccessive, salvo forse qualcuna. E' vero, io parlo con la mente di uno che da bambino restava estasiato di fronte a questo libro e si sciroppava ammaliato i paragrafi di morte, ma trovo che contribuiscano a quell'atmosfera di "è tutto contro di te". Posso capire che dia fastidio qualche ID nel duello con Mamma Uba, per esempio, ma non è che sia proprio gratuito. Vuoi farci qualche esempio specifico oppure ho toccato i tasti giusti?


Io ho trovato sgradevole la parentesi nell'accampamento notturno, quella con Tanith che parla con le fiamme. Premetto che lì non sono morto, ma mi fischiavano le orecchie. Sono andato a leggermi le varie alternative e ho trovato molto seccante che si finisse ammazzati comunque. Ah, l'ho fatto anche per vedere se c'era un modo di aggirare quel maledetto Krimmer.

La prima volta sono morto fuggendo dalla prigione, perché non avevo la Profezia e mi sono infilato in un vicolo cieco. Poi ho ritentato con la Profezia e le cose sono andate meglio. Una morte così può anche starci ma l'ho trovata fastidiosa. Perché dopo che sono fuggito e ho pure liberato i prigionieri, devo morire in uno stupido vicolo cieco? Non ho sbagliato niente e non c'erano indizi per capire qual era la strada, tranne la Profezia che si può non avere.

Anche la parte dei Quoku non mi è piaciuta. Sembra un balletto di marionette, che culmina con la morte di Chan che non si può evitare in nessun modo. Il fatto di consentire a Oberon di arrabattarsi per salvare l'amico, farlo fallire comunque e ucciderlo se si ostina troppo, non mi garba. Chan mi era simpatico ed è l'unico personaggio che muore veramente. Inoltre è una parte fatta di paragrafi brevi e concisi, non è teatrale e la morte di Chan è un fatto inesorabile che però viene presentato come se fosse casuale. Non ha sapore ed è pilotata, al contrario delle famigerate morti dei personaggi in Lupo Solitario e Guerrieri della Strada (La zona omega, intendo).

Con Mamma Uba nessun problema, è una sfida bella e tesa. Il nome italiano la trasforma in un personaggio un po' ridicolo, non trovi?

Citazione:

EGO ha scritto:
Pensavo esattamente al ponte di Guanima quando ho scritto la review e quel commento sul "preoccupati prima di te stesso, gli alleati sanno cavarsela da soli". Però è anche vero che la Tabella ha un grosso ruolo in questo libro, così come l'uso dei Poteri va ponderato molto bene, e devi ammettere che senza Evocazione il libro è un massacro. Mi sembra, poi, che il commento sulle instant death del primo volume si debba per forza traslare anche al secondo, dove accade ugualmente che decisioni "innocenti e ragionevoli" ti perdano.


Il ponte è il classico collo di bottiglia, un punto del librogame che non sopporto se affidato ai dadi. Comunque c'è quello e basta. La prima parte è piuttosto rischiosa ma consente qualche percorso alternativo per cui si può cacciare la strada migliore.

L'Evocazione l'ho presa giusto in questo libro e quando ho incontrato i Fantasmi ho benedetto la scelta. Però anche l'Alchimia è altrettanto utile, al contrario di quanto affermi nella tua recensione, perché all'inizio ti fa trovare le foglie di Azawood che proteggono dagli spiriti.

Citazione:

EGO ha scritto:
Giusta osservazione, ma come ha anche sottolineato Krenim, il Daziarn è un ambiente che favorisce questo tipo di scelte. Per entrare nella Torre di Cristallo c'è la porta con le chiavi: è un percorso più lungo e più bello, mentre la scalata è un killer micidiale, niente di strano che tu l'abbia fallita due volte.Come ho detto nella review, credo che il grosso problema di questo volume sia la scarsissima interazione: basta che fai il pacifico, al massimo lanci un lampo contro il Giaksa quando te lo devi scarrozzare a bordo e lui invoca la tempesta, ed ecco fatto. Se sei amichevole, la parte della Città Sonora è una barzelletta.


In seguito all'avvertimento di Krenim, mi sono riletto la parte nella pausa pranzo. In effetti era piuttosto facile accedere alla Torre, ma ho anche capito perché mi sono messo a scalare. E' quella maledetta Psicomanzia, che oltre a non servire a nulla mi aveva perfino messo sulla strada sbagliata! Siccome non l'avevo mai usata, mi sono tuffato sull'occasione e ne ho subito le conseguenze. Non so come si possa proporre un Potere e non farlo tornare quasi mai utile.

Il percorso dall'altra parte è facile, eccetto un punto in cui ci sono 4 alternative perfettamente accettabili e solo una permette di sopravvivere ("esaminare il pavimento"). Poi si incontra una specie di basilisco con tanto di stanza-trappola fatta apposta per eliminarlo. Peraltro, se la lucertola si pietrifica perché gli specchi riflettono il suo sguardo, a Oberon e Tanith dovrebbe succedere la stessa cosa.

Il Cancello dell'Ombra non mi piace per vari motivi, ma adesso che ho scoperto che si può entrare dall'altra parte gli alzerò il voto di un punto, portandolo ad un risicato 6. Almeno non ha una barriera insormontabile ed obbligatoria, del resto mi sembrava strano. Però ho trovato l'avventura e l'ambientazione così noiosa che non avevo voglia di cercare altre strade. Mi bastava quanto scoperto per non apprezzare. In verità, le avventure extraplanari non mi sono mai piaciute e questa non fa eccezione. I Prigionieri del Tempo, almeno, aveva un substrato concreto, mentre questa si perde in nuvole, spirali, buchi neri e vuoti. Non ci trovo nulla di suggestivo.

Inviato il: 5/2/2008 15:27
_________________
Di idee morali non ce ne son più, oggi; e quel ch’è peggio, pare che non ne siano mai esistite. Sono scomparse, inghiottite sin nei loro più piccoli significati... Da L'adolescente di F.Dostoevskij
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Tutore
Iscritto il:
17/9/2006 0:33
Messaggi: 875
Livello : 26
HP : 0 / 636
MP : 291 / 25021
EXP : 46
Offline
Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Il trucchetto dei Semi? Quando li ho trovati mi sono automaticamente vietato l'utilizzo nel combattimento normale, perché è chiaro che se si dovrebbero spendere X punti di Volontà per aumentare il danno i semi non possono prevenire QUALUNQUE perdita di Volontà. Altrimenti cosa fai, danno infinito? Con un seme di Tarama puoi distruggere l'Universo e chi lo ha creato?

Sì, l'idea era proprio questa Uso un Seme, moltiplico per dieci o più il danno, ed ecco un arrosto di Krimmer al primo attacco
L'unica alternativa onesta che vedo è arrivare lì con uno sproposito di punti di Volontà e usarne una decina (!) al primo assalto; se fai fuori il Krimmer è fatta. Sopravvivere per tutti gli scontri previsti richiederebbe, appunto, di tirare troppe volte dei numeri troppo alti. Non ha senso, è come il Signore del Caos.


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Io ho trovato sgradevole la parentesi nell'accampamento notturno, quella con Tanith che parla con le fiamme. Premetto che lì non sono morto, ma mi fischiavano le orecchie. Sono andato a leggermi le varie alternative e ho trovato molto seccante che si finisse ammazzati comunque. Ah, l'ho fatto anche per vedere se c'era un modo di aggirare quel maledetto Krimmer.

No, aspetta, non è vero che muori comunque. Basta non rimettersi a dormire e la scena procede verso il Krimmer.


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
La prima volta sono morto fuggendo dalla prigione, perché non avevo la Profezia e mi sono infilato in un vicolo cieco. Poi ho ritentato con la Profezia e le cose sono andate meglio. Una morte così può anche starci ma l'ho trovata fastidiosa. Perché dopo che sono fuggito e ho pure liberato i prigionieri, devo morire in uno stupido vicolo cieco? Non ho sbagliato niente e non c'erano indizi per capire qual era la strada, tranne la Profezia che si può non avere.

Potrei sbagliarmi, ma credo ci sia un altro Potere che ti permette di scoprire la strada che porta fuori dalla prigione. Potrebbe avere a che fare con lo spirito del sacerdote... non ricordo i dettagli.


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
Con Mamma Uba nessun problema, è una sfida bella e tesa. Il nome italiano la trasforma in un personaggio un po' ridicolo, non trovi?

Be', Mother Magri non lo trovo particolarmente minaccioso Era a questa sfida con la Pietra Kazim che mi riferivo parlando delle morti istantanee: esistono un paio di paragrafi dove, se esageri nell'attacco mentale, vieni stroncato sul colpo (paragrafo 299 mi sembra, e poi un altro: in uno dei due "crolli a terra come un guscio vuoto", nell'altro "uno dei pilastri della tua mente cede" e ti metti a vagare "con un'Asta che non sei in grado di usare, in cerca di qualcosa che non troverai mai").


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
L'Evocazione l'ho presa giusto in questo libro e quando ho incontrato i Fantasmi ho benedetto la scelta. Però anche l'Alchimia è altrettanto utile, al contrario di quanto affermi nella tua recensione, perché all'inizio ti fa trovare le foglie di Azawood che proteggono dagli spiriti.

Ma sbaglio, o se non hai l'Evocazione non sai comunque come usare le Foglie contro i Fantasmi?


Citazione:

Gurgaz ha scritto:
In effetti era piuttosto facile accedere alla Torre, ma ho anche capito perché mi sono messo a scalare. E' quella maledetta Psicomanzia, che oltre a non servire a nulla mi aveva perfino messo sulla strada sbagliata! Siccome non l'avevo mai usata, mi sono tuffato sull'occasione e ne ho subito le conseguenze. Non so come si possa proporre un Potere e non farlo tornare quasi mai utile.

In effetti la Psicomanzia fa schifo, non serve praticamente a niente. Forse c'è un'occasione per volume dove potrebbe servire, ma nulla che non si possa vicariare con altri Poteri.

Inviato il: 5/2/2008 15:54
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Iniziato
Iscritto il:
7/5/2007 20:24
Messaggi: 263
Livello : 15
HP : 0 / 354
MP : 87 / 13264
EXP : 17
Offline
Oberon: una bella serie di librogame, con un ottimo volume finale. Molto bella l'ambientazione, ho gradito molto anche il sistema di gioco. Ha i suoi difetti, chiaramente. Il primo libro non è molto equilibrato, ma gli altri si giocano che è un piacere.

A me il terzo libro è piaciuto abbastanza, a dire la verità: non fa faville, certo, né gli metterei più di 6 come voto in una eventuale recensione, ma per i lettori di Lupo Solitario è interessante vedere il Signore del Caos alle prese con Stella Grigia e dare un'occhiata anche nelle altre parti del Daziarn !

L'ultimo libro poi è spettacolare: gli eventi sono capaci di emozionare e di sorprendere il lettore. Ci si sente davvero presi in questa "guerra tra maghi" ! L'apparizione di Agarash il Dannato, poi, per i lettori di Lupo Solitario è motivo di grandissimo interesse.

Contro il Krimmer ho usato la seguente strategia: mi sono giocato tutte le chances in un unico attacco, impiegando 10 (o anche più) punti di Volontà e sperando che mi uscisse un 9 o uno 0 dalla tabella. Farlo secco al primo colpo è l'unico modo che ho trovato per cercare di finire il libro onestamente, anche se richiede una botta di culo non indifferente. Naturalmente questo combattimento è assai squilibrato: non si può piazzare un mostro così forte a metà del primo libro !

Inviato il: 5/2/2008 18:22
_________________

Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Tutore
Iscritto il:
17/9/2006 0:33
Messaggi: 875
Livello : 26
HP : 0 / 636
MP : 291 / 25021
EXP : 46
Offline
Citazione:

BenKenobi ha scritto:
Contro il Krimmer ho usato la seguente strategia: mi sono giocato tutte le chances in un unico attacco, impiegando 10 (o anche più) punti di Volontà e sperando che mi uscisse un 9 o uno 0 dalla tabella. Farlo secco al primo colpo è l'unico modo che ho trovato per cercare di finire il libro onestamente, anche se richiede una botta di culo non indifferente. Naturalmente questo combattimento è assai squilibrato: non si può piazzare un mostro così forte a metà del primo libro !

Mumble, mi sembra che tu sia troppo pessimista: usando 10 punti di Volontà ti basta che la tabella di combattimento dia una perdita di 3 punti al nemico. Anche con un -11 di RdF, ti basta tirare un 7 per vincere. Se, più realisticamente, il RdF è nei limiti di -6/-7, ti basta tirare un 4 o un 5. Se fallisci in quelle condizioni è sfiga! Però ti serve comunque un sacco di Volontà, perché se "vinci" ne perdi ancora 5 punti "aggratis" e se vai sottozero muori.

Parlando di combattimenti difficili: che ne dite di quelli del volume 4, specialmente il Demone Capo nella tomba dei Masbaté e Shazarak lui medesimo? Hanno delle Comb "piuttosto" alte... e che dire degli animali magici evocati dalle chiavi della Torre di Cristallo nel volume 3? (A parte che affrontarli è da scemi, ovviamente )
Secondo me il metodo più bello (e più comodo) di affrontare Shazarak è il celebre "duello di energia", che del resto sembra più o meno un trademark di Oberon: nei primi due volumi contro le Pietre Kazim, e qui in un interessante "tiro all'Asta".

Inviato il: 5/2/2008 20:37
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Oberon
Precettore Superiore
Iscritto il:
15/9/2006 21:25
Da Povoletto (UD)
Messaggi: 2622
Livello : 40
HP : 199 / 998
MP : 874 / 39266
EXP : 95
Offline
Continuo a sostenere che il concetto di "onestà" non si associa a superare il Krimmer. Lì qualcuno si è dimenticato di permettere la vittoria nel combattimento, che per come è presentato e scritto significa solo una cosa: morte.

Invece con gli altri combattimenti citati da EGO la situazione è diversa: rischi di morire perché sei a -11 nella gran parte dei casi, per cui non devi tirare 1 o 2. Infatti il librogame ti offre un power-up notevole all'inizio, che appiana di molto la difficoltà: Volontà a 50 + eventuali rimanenze dalle precedenti avventure; Resistenza a 30 + eventuali rimanenze dalle precedenti avventure. Tenuto conto che ne Il Cancello dell'Ombra non si spende granché, Oberon rischia di diventare un colosso mentale e fisico, restando un pessimo combattente.

Io sono morto la prima volta contro il Demone Capo, perché ho tirato 2, quindi al tentativo successivo ho tentato l'altra strada. Invece Shazarak l'ho caricato in seconda battuta, cioè quando ha Resistenza 25. Il "duello di energia", in virtù dei bonus dati a Resistenza e Volontà, mi pare in verità una passeggiata! E' narrato molto bene, ma calibrato male.

Questo apre un altro argomento, ovvero la continuità tra i librogame. Alla fine del primo è ovvio trovarsi a corto di tutto, ma da nessuna parte viene scritto che le ferite vengono curate, come del resto in ogni Lupo Solitario. Però ne La Città Proibita c'è una postilla che indica un bonus di 10 punti alla Volontà e un Potere magico addizionale. All'inizio de Il Cancello dell'Ombra non c'è alcun tipo di progresso né di annotazione, per cui si potrebbe anche proseguire con lo stesso punteggio che si aveva alla fine del librogame precedente. Io ho fatto così e nel Mondo degli Astri non ho fatto altro che recuperare (e morire stupidamente, come è ovvio la prima volta). Nel quarto volume si ottengono i bonus di cui ho già parlato.

La mia domanda è questa: è lecito curarsi se non c'è alcuna indicazione a riguardo? Del resto, come affrontare La Città Proibita senza Resistenza e Volontà al massimo?

Inviato il: 5/2/2008 23:26
_________________
Di idee morali non ce ne son più, oggi; e quel ch’è peggio, pare che non ne siano mai esistite. Sono scomparse, inghiottite sin nei loro più piccoli significati... Da L'adolescente di F.Dostoevskij
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Annunci
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved