In questo sito il protagonista sei tu.
Registrati ne Il Mondo Dei Librogames  
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami

Hai perso la password?

Registrati ora!
Ricerca
Menu principale
Statistiche Utenti
Membri:
Oggi: 5
Ieri: 7
Totale: 1217
Ultimi: Petalino10

Utenti Online:
Guests : 0
Membri : 6
Totale: 6
Lista utenti Online [Popup]
Utenti più attivi
1
lonewolf79
3952
2
FalcoDellaRuna
3427
3
Gurgaz
2622
4
Xion_Aritel
1733
5
=Dr.Scherzo=
1452
6
MetalDave
1261
7
Devil_Arhangel
1228
8
Skarn
1174
9
UomodiAnaland
1090
10
Federico
1025
Nuovi utenti
Petalino10 13/1/2018
Francine84 10/1/2018
Moloch_ 7/1/2018
Belial91 19/12/2017
andycapp 26/11/2017
Bomma 12/11/2017
Belthy 11/11/2017
Rodio 29/10/2017
Enrico80 23/10/2017
Albi 16/10/2017

Indice principale : Librogame Stranieri : Fighting Fantasy : 

Categoria: Librogame Stranieri Fighting Fantasy
Titolo: 09 - Caverns of the Snow Witch  Piu' letteValutazione: 7.00  Letture:719
Descrizione   Ian Livingstone
Descrizione   Nelle profondità delle Caverne di Cristallo del monte chiamato Dito di Ghiaccio, la terribile Strega delle Nevi trama l'avvento di una nuova era glaciale. Un coraggioso cacciatore muore tra le tue braccia e lascia il peso della sua missione sulle tue spalle. Ma il tempo sta per scadere: accetti la sfida?
Valutazione media: (1) (10)
Data pubblicazione 27/11/2007
Inviata da: EGO il 8/12/2007
Valutazione generale: Valutazioni di categoria: 7 7
Descrizione
     Quest'avventura originariamente era stata pubblicata su rivista in forma ridotta; in seguito Livingstone ha ben pensato di aggiungerci un paio di idee niente male per farle raggiungere i canonici 400 paragrafi. In effetti il colpo di scena, già ben applicato in City of Thieves, viene qui usato fino all'esagerazione, e ad un certo punto si vorrebbe che l'avventura finisse, perché la tira davvero troppo per le lunghe.

Il protagonista della storia si trova nelle regioni innevate di Allansia, e viene inviato ad uccidere una bestia che ha sterminato i mercanti di un luogo di scambio merci. Trovata la bestia, incontriamo anche la sua ultima vittima, che prima di morire ci parla della Strega delle Nevi, che ha intenzione di far calare una nuova era glaciale. A questo punto ci si avventura nella caverne della Strega, la si trova e la si uccide; ma non è finita. Insieme a due compagni (un classico di Livingstone), ex schiavi della Strega, bisogna trovare l'uscita dalle caverne; da queste si uscirà solo dopo un primo colpo di scena, ed una battaglia basata unicamente sulla fortuna (o meglio, sulla stessa logica che dettava una scelta analoga in City of Thieves).
Fuori dalle caverne comincia il viaggio verso Stonebridge, costellato di battaglie; e una volta giunti lì, si scopre che non è ancora finita, perché la Strega, con un ultimo colpo di coda, si è riservata una possibilità di ucciderci anche dopo la sua morte! E quindi l'ultima parte del viaggio è dedicata alla ricerca di qualcuno che possa aiutarci ad eliminare questa minaccia.

La cosa che rende il libro molto pesante è l'elevatissimo numero di combattimenti, o contro avversari multipli o contro nemici che annoverano una quantità eccessiva di Abilità 10, 11 e perfino 12. Cominciare l'avventura senza un'Abilità iniziale di 10 è fuori discussione, ma 11 o 12 è consigliato. In seguito si trovano oggetti che la possono portare anche fino a 15, ma comunque si combatte troppo, e questo appesantisce le inevitabili partite successive. Infatti per finire il libro non c'è un vero e proprio true path, perché la maggior parte degli oggetti indispensabili si trova per strada: basta guardarsi intorno. In ogni caso capiterà senz'altro di perdersi un oggetto almeno una o due volte, per aver svoltato nel tunnel sbagliato. Non parliamo poi del colpo di scena clamoroso che dà il via alla ricerca finale: quando viene rivelato è un vero shock, soprattutto se ci si è persi un oggetto indispensabile poco prima e si viene mandati al paragrafo di morte di punto in bianco. Ci si rimane veramente di sale, ma è la prova che Livingstone è riuscito a creare un'eccellente atmosfera.

Il fastidio di Caverns è comunque tutto dato dall'assalto ai punteggi del giocatore: oltre ai combattimenti c'è una sfilza infinita di Tenta la fortuna, quindi anche qui consiglio non solo di partire con almeno 10, ma anche di prendere la Pozione della Fortuna all'inizio, è indispensabile!
Ci sarebbe da discutere sulla sfida "sasso-forbici-carta" che si trova a metà del gioco: io l'ho risolta al primo colpo con una riflessione sensata, ma in effetti il fatto che sbagliarla significhi morte immediata è una cosa molto vigliacca, a maggior ragione in un’avventura già pesante e piena di ostacoli.

Caverns of the Snow Witch è troppo stressante per essere piacevole come altri libri di Livingstone, però alla fin fine si deve riconoscere che è molto ben costruito. Bastava solo renderlo meno combat-driven e sarebbe stato eccellente.

Informa un amico | Segnala link interrotto

Pubblicità Recensioni
copyright (c) 2006-2007 IMDL All right reserved